Gnocchetti di ricotta e semi di papavero con punte di asparagi verdi e tuorlo d’uovo marinato

Una ricetta tutta primaverile, semplice da realizzare e assolutamente originale!

Ingredienti

Ricotta fresca 250 gr.
Farina “00” 230 gr.
Uova 1
Sale e pepe q.b.
Semi di papavero 1 cucchiaino da caffè
Spolverata di Montasio stravecchio grattugiato (in alternativa del grana andrà bene)
Asparagi verdi 500 gr.
Olio evo

Procedimento

Per gli gnocchi:
In una bowl, mescolare la ricotta setacciata, la farina, l’uovo, i semi di papavero e la spolverata di Stravecchio, aggiustare di sale e pepe e mettere in una sac au poche (tasca da pasticcere, possibilmente usa e getta). Portare a bollore l’acqua di cottura in una pentola abbastanza capiente, abbassare il fuoco o potenza se siamo su un induzione e lavorare con l’acqua che sobbolle (90° C).


Per gli asparagi:
Pelare gli asparagi fino a tre quarti verso la parte alta, senza toccare le punte, tagliare l’estremità inferiore di circa 3-4 cm o comunque fino a dove non risulterà più legnoso. Con le parti “scarte” fare un brodo, mettendole in una pentola d’acqua, fredda, portare a bollore, salare leggermente e tenera da parte, servirà ad allungare il sugo di asparagi quando andremo a condire gli gnocchi. Gli asparagi puliti, andranno tagliati a rondelle di circa mezzo cm, lasciando le punte intere.
In una padella, con un filo d’olio evo, spadellare gli asparagi a tocchetti e le punte, finché non risulteranno dorati. Dopo aver cotto gli gnocchi scolarli, versarli in padella e saltarli delicatamente, regolare l’umidità con il brodo di asparagi ottenuto precedentemente. Impiattare gli gnocchi con in cima le punte verdi.

I consigli di Natascha

Quando si bollono alimenti o preparazioni delicati, è necessario che l’acqua sobbolla e non bolla altrimenti le preparazioni stesse, potrebbero rompersi in cottura.
In cucina non esistono veri e propri scarti, almeno secondo me, tutto può essere utilizzato per una nuova preparazione, nel caso delle verdure, la cosa più comune è farne brodo, si possono però anche essiccare e fare “il dado” oppure semplicemente utilizzarle come polveri, una volta macinate da secche, andranno ad arricchire di gusto, mineralità e colore le vostre ricette.
Preparare i brodi in acqua fredda consente che, nell’arco di tempo in cui la temperatura dell’acqua sale, l’alimento immerso rilasci le proprietà e i gusti migliori. Questo fa sì che si ottenga un buon brodo.

Su Orto in Tasca trovi i prodotti per realizzarla al meglio

Natascha Noia

Chi sono? Sono Natascha… Un complesso insieme di passione, sacrificio, sperimentazione, studio e ricerca in cucina.

Offro servizi a domicilio per eventi e serate particolari.
A tutto questo unisco la mia passione per l’insegnamento con lezioni private o per piccoli gruppi di persone.

Insegnare agli altri quello che so fare mi nutre lo spirito, mi fa amare ancora di più quello che faccio, vedere qualcuno che ha voglia di imparare e trasmettergli la passione è veramente gratificante x me.
Se posso insegnare un paio di segreti per facilitare la vita, per velocizzare i tempi o per evitare sprechi… perché non farlo?

Tutto questo sono io. Un complesso insieme di passione, sacrificio, sperimentazione, studio e ricerca.

Perché la cucina è la mia vita.

Mail: lachefmobile@gmail.com
Cellulare: +39 347 0499421
Natascha Noia
Chiudi il menu