Cialde di “pinza” pasquale, crema di ortiche e Speck di Sauris

Per questa seconda ricetta, mi piacerebbe spiegare come poter fare un bel (e buono) piatto partendo dai tanto famigerati “avanzi”…
Ho scelto la pinza (o focaccia dolce) tipica del periodo, a rappresentazione di tutti quegli alimenti che, a volte, rimangono in dispensa, per un tempo non ben definito, senza sapere esattamente che ne faremo…
Ecco dunque una mia interpretazione.

Ingredienti per 4 persone

Pinza o focaccia dolce 4 fette
Ortiche fresche 200 g
Patate medie 2
Speck di Sauris 150 g
Scalogno 1 pezzo
Olio evo
Sale e pepe qb

Procedimento

Indossando un paio di guanti monouso e facendo attenzione, curare le ortiche eliminando i gambi e tenendo solo le foglie. Stufarle in una casseruola con un filo di olio extra vergine, mezzo bicchiere d’acqua e un pizzico di sale. Frullare e setacciare la crema ottenuta.

A parte, pelare e tagliare a cubetti le patate e saltarle con lo scalogno leggermente appassito in precedenza. Cucinarle finché non risulteranno tenere. Aggiustare di sale e pepe a piacere. E’ possibile aiutare la cottura con un po’ di acqua o brodo.
Prendere le fette di pinza e con l’aiuto di un mattarello stenderle finemente o comunque il più possibile (al massimo 3 mm di spessore), adagiarle in teglia e tostarle in forno preriscaldato, a 180 gradi per 10/12 minuti. Devono diventare croccanti e dorate.

L’ ultimo passaggio sarà quello di tagliare lo speck a cubetti di circa 5 mm per lato, molto piccoli dunque. Il risultato, una volta passato in padella, dovrà essere una specie di ragutino.
Per l’impiattamento di questa ricetta può andare bene un piatto fondo, tipo “cappello di prete”, dove sul fondo verrà versata la crema di ortiche, al centro di questa, con l’aiuto di un coppapasta, mettere le patate soutes e schiacciarle leggermente con un cucchiaio in modo che mantengano la forma.
Adagiare le cialde di pinza sui lati del tortino di patate, infine, far cadere a pioggia lo speck croccante. Ultimate con una spolverate di pepe ed un giro d’olio evo.

I consigli di Natascha

Un’idea invece per il giorno di Pasqua potrebbero essere i gnocchetti di ricotta, con punte di asparagi verdi. Se l’idea ti stuzzica, trovi la ricetta qui.

Chiudi il menu