L’Orto Felice compie 30 anni!

Era il 1989 quanto L’Orto Felice, con i suoi orti a Udine Sud, iniziò il suo cammino certificandosi azienda agricola biologica, una pioniera per quegli anni.

Sono passati ben 30 anni e oggi, Caterina Romanelli, segue l’azienda di famiglia con dedizione e passione. Per questa speciale occasione l’abbiamo incontrata e le abbiamo fatto un po’ di domande.

Caterina, 30 anni non sono pochi per un’azienda agricola, come ti senti?

Mi sento molto felice, e credo di parlare a nome di tutti noi. E’ un bellissimo traguardo, ma anche una responsabilità! Siamo stati pionieri in regione quando in Italia erano ancora pochi a credere all’agricoltura biologica. Per trent’anni siamo stati capaci di accompagnare un gruppo sempre più nutrito di “mangiatori coscienti” e adesso, con nuove energie ma radicati nei nostri valori fondamentali, siamo pronti a dare l’esempio di nuovo e ad innovare e trasformarci, per i prossimi trent’anni! 

Raccontaci, L’Orto Felice c’è da praticamente tutta la tua vita, che ricordi hai?

Difficile riassumere trent’anni di ricordi, ma ce ne sono alcuni che mi vengono in mente subito: le sere d’autunno passate a curare fagioli, le corse nel campo di frumento buttandomi sulle spighe, la caccia al tesoro in azienda che i miei hanno organizzato per tutti i miei compagni di classe delle elementari – maestre comprese, la vendemmia, le patate al forno del nonno Renato che cuocevano nella stufa intanto che curava il radicchio col poc, l’aperitivo al mercato di piazza San Giacomo con il nonno Angelo che mi riempiva di crocchette di riso con grande disperazione della nonna quando tornavo a casa per pranzo, il papà che arrivava a casa alle 10 di sera e la mamma che gli diceva che poteva anche mettersi il letto nelle serre, le scorribande nelle aiuole delle fragole quando mi offrivo di raccoglierle io per dare una mano.

E poi ovviamente, è stata la porta d’entrata per la mia passione per la cucina: fin da piccola ho ricordi di profumi di erbe e fiori, il gusto di un pomodoro raccolto e quel morso ancora caldo di sole che ti esplode nelle papille, la dolcezza dei piselli freschi appena sgusciati, o di tutte le carote sporche di terra che ho addentato appena raccolte perché non riuscivo ad attendere di lavarle. Fin da piccola sono stata abituata a conoscere il vero sapore delle cose e la stagionalità, e sono cresciuta in un contesto in cui tutti, a partire dai nonni, hanno sempre considerato l’alimentazione come fondamento della salute. Ciò ha generato in me una curiosità inestinguibile per il cibo e la cucina, creandomi un ventaglio di sapori, odori, colori, ma facendo anche di me una mangiatrice piuttosto esigente e molto attenta alle sfumature.

L’Orto Felice è stata una pioniera del biologico a Udine. Per voi è stata una scelta dettata non dalle mode ma perché credete a un rispetto globale del territorio, vero?

Per noi è stata una scelta di vita, ci sentiamo “custodi della terra”, sia per noi che per gli altri. La nostra convinzione è che l’immediato futuro ci chiede comportamenti più responsabili e consapevoli, atti a mantenere e migliorare la salute dei suoli, delle acque, delle piante e degli animali, dandoci la possibilità di abitare dignitosamente la terra.

Per questo, continuare una agricoltura biologica come quella condotta dai nostri nonni e genitori per noi non è stata una opzione ma una necessità. Sostenuti dalla competenza e dal generoso aiuto senza limiti né orari dai nonni, portiamo avanti con passione la nostra scelta. Pensiamo che essere agricoltori biologici oggi sia uno strumento strategico, formativo, educativo e culturale necessario a promuovere cambiamenti nella filiera agroalimentare e nelle scelte dei consumatori. Nostro ruolo è anche avvicinare l’agricoltura alle persone che, nella disabilità, hanno bisogno di ritrovare i loro talenti.

Quali sono i vostri progetti per il futuro?

Ce ne sono tanti, troppi! Ma promesso, ne sentirete presto parlare 😉

Caterina e L’Orto Felice festeggeranno sabato 8 giugno il compleanno in azienda. Vi aspettano a braccia aperte per una serata di festa, scoperta e divertimento multi-sensoriale dal campo alla tavola.

Cosa c’è in programma:

  • Visita all’azienda: alle ore 17:30 scoprirete chi e come si coltiva il vostro cibo, respirando i profumi e i colori dell’orto, con sorpresa frizzante nella serra delle aromatiche.
  • Dalla radice al piatto: portatevi una coperta o un telo e cercate l’angolino perfetto perché dalle 19:00 alle 21:00 assaggerete i deliziosi manicaretti biologici di Pimpinella, raccolti in giornata da L’Orto Felice (ci saranno tavole condivise e posti a sedere per i meno avventurosi).
  • Musica! perché una festa non è tale senza la sua magia

Questa occasione speciale sarà curata da Pimpinella, un collettivo di giovani menti appassionate che creano esperienze multi-sensoriali e sperimentali con cibo e natura.
Gradita conferma via mail a ciaopimpinella@gmail.com, con segnalazione di eventuali intolleranze o allergie.

Orto in Tasca

Per chi lavora e ama i prodotti a Km0, Orto in Tasca è un negozio online che offre la produzione delle aziende agricole solo locali. Perché solo su Orto in Tasca ordini prodotti di stagione preparati per te dal contadino e consegnati direttamente a domicilio dai nostri fattorini.
Avatar

Latest posts by Orto in Tasca (see all)

Chiudi il menu